A che servono i bombardamenti russi?

SYRIA-CONFLICT12 settimane di bombardamenti russi, 200 morti civili e pochi progressi sul terreno. Neppure la discesa in campo del “cavaliere” Putin sembra aver modificato in modo significativo il caotico equilibrio delle forze in Siria. Mosca e Washington progrediscono sul piano del dialogo diplomatico ma né l’una né l’altra potenza appare in grado di schierare efficaci e vincenti “boots on the ground”. I Curdi, alleati dell’occidente, non hanno alcuna possibilità o intenzione di impegnarsi al di fuori dei loro tradizionali insediamenti e le forze vicine ad Assad non riescono a sfondare la resistenza alle spalle di Latakia. Milizie sunnite affidabili cercasi.

Continua a leggere