Verso un’alleanza russo-curda?

Russian Foreign Minister Sergey Lavrov speaks with Co-chairman of pro-Kurdish People's Democratic Party, or HDP, Selahattin Demirtas, left, prior to a meeting in Moscow, Russia, Wednesday, Dec. 23, 2015. (AP Photo/Alexander Zemlianichenko)

Russia, il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov incontra il Presidente del Partito Popolare Democratico del Popolo, o HDP, Selahattin Demirtas, a Mosca (AP/Alexander Zemlianichenko)

Nelle sabbie mobili mediorientali, mancava solo un’alleanza tra Russi e Curdi. La mossa del leader del partito pro-curdo turco, Selahattin Demirtas, con la sua visita a Mosca contribuisce ad alimentare la tensione tra Russi e Turchi. Ricevuto da Lavrov, Demitras ha scatenato la rabbia di Ankara che ha interpretato il viaggio come l’ennesima conferma della malafede del leader curdo che “non perde occasione per collaborare con i nemici della Turchia”, come ha dichiarato il premier turco Davutoglu.

I turchi comunque si fidano delle loro alleanze. La decisione della Nato il 18 dicembre porterà a breve un completo “pacchetto di difesa aerea” che includerà sistemi AWACS, caccia armati, missili Patriot e un rafforzamento della presenza navale. Chi ha detto che la guerra fredda è finita?

Continua a leggere