Nasce il centro antiterrorismo europeo


“I colloqui di Ginevra sulla Siria dovrebbero iniziare entro la settimana”, dice l’inviato Onu Staffan De Mistura, ma si fa sempre più complesso riunire attorno allo stesso tavolo le forze leali ad Assad, che sta avanzando sul terreno e i suoi rivali che appaiono in crescente difficoltà. I ribelli chiedono prima la cessazione delle ostilità e poi l’inizio dei colloqui ma questo non è nell’interesse di Damasco. Intanto in Europa nasce un nuovo organismo di coordinamento dei servizi segreti che avrà il compito di prevenire attacchi alla popolazione civile. “Il rischio è molto alto”, dicono i funzionari europol.  Dagli archivi emerge un identikit del foreign fighter europeo: la grande maggioranza sono pregiudicati con  altissima incidenza di malattie mentali.  Continua a leggere