Il 2016, l’Isis e la minaccia del jihadismo globale

RIsisispetto ad un anno fa il territorio dello Stato Islamico si è ridotto del 14 per cento e si estende ora su 78 mila chilometri. In Siria, le forze della coalizione curdo- araba sono ad una ventina di km da Raqqa, quartier generale dei jihadisti e anche in Iraq prevale un certo ottimismo (anche se ieri i jihadisti hanno attaccato una basa a Ramadi). Ma smantellare il califfato in Siria e Iraq potrebbe tradursi in un inasprimento del terrorismo jihadista a livello internazionale e spingere l’Isis a ripiegare su un modello più tradizionale, simile a quello di Al Qaeda. Intanto dopo 25 anni l’Arabia Saudita riapre l’ambasciata a Baghdad. Segno di distensione che apre la strada ad una maggiore cooperazione nella lotta all’Isis.

Continua a leggere